#IndiceBCBF – Storie e disegni raccontati in un blog

0

L’esperienza di quattro blog di letteratura per ragazzi

a cura di Virginia Stefanini – Libri Calzelunghe

Fra i tanti eventi in programma nell’ultima Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna, l’incontro Storie e disegni raccontati in un blog ha portato alla ribalta l’esperienza di coloro che da anni si occupano di fare critica e informazione sul web. Va però ricordato che fra gli addetti del settore l’interesse attorno ai blog e alle pagine web che parlano di letteratura per ragazzi non è una novità, anzi si tratta di un fenomeno rilevante e da tempo sotto osservazione. Nel 2015 il blog della casa editrice Topipittori inaugurò un ideale censimento dei blog con la rubrica La rete dei libri. Durante l’edizione 2016 del Week-end dei giovani lettori, evento parallelo alla Fiera del Libro, una piccola tavola rotonda fra blogger e lettori venne promossa da Zazie news, l’almanacco on-line della Cooperativa culturale Giannino Stoppani. Per un ampio panorama sui siti e blog di settore i lettori possono attingere anche alla recente rassegna informativa della rivista Liber. Queste stesse pagine on-line de L’Indice dei libri del mese dedicate a bambini e ragazzi, che ospita anche i contributi realizzati in collaborazione con la webzine Libri Calzelunghe, sono un esempio attuale di intersezione fra stampa e web.

Sono quattro blogger molto diverse quelle che si sono incontrate martedì 4 aprile al Caffè degli Autori della Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi per l’incontro Storie e disegni raccontati in un blog. Caterina Ramonda di Le letture di Biblioragazzi, blog che da nove anni pubblica a cadenza praticamente quotidiana consigli di lettura dagli albi alla narrativa young adult, fa da padrona di casa. Poi c’è Anna Castagnoli, redattrice di Le figure dei libri, sito di riferimento per tutto ciò che riguarda l’illustrazione. Carla Ghisalberti su Lettura candita offre recensioni ben “condite” di argomenti e riflessioni sulla letteratura per ragazzi italiana e estera (e ogni tanto qualche ricetta).Virginia Stefanini è in arte GiGi, sigla che identifica Il Giornale dei Giovani Lettori, blog che propone recensioni di libri, fumetti, app, film e serie per bambini e ragazzi.

incontro blogger ragazziL’incontro prende il via con il racconto di come ciascun blog è nato e quali sono esigenze rispecchia. “Confronto” e “servizio” sono i due termini che ricorrono più spesso nei racconti.

Da giovane illustratrice, Anna Castagnoli era solita incontrarsi un paio di volte all’anno con i colleghi nell’ambito di fiere di settore, come Bologna e Montreuil, e in tali occasioni la voglia di condividere la scoperta di qualche nuovo autore o albo illustrato, di confrontarsi su stili e tecniche era tale che Le figure dei libri è stata l’approdo che ha accolto in maniera più sistematica questo dialogo accurato e ragionato sull’illustrazione per l’infanzia, che tuttora Anna coltiva con i suoi lettori.

Una sorta di “gruppo carbonaro” composto da librai, promotori della lettura, esperti di letteratura per ragazzi, solito scambiarsi pareri e consigli, è stato la base del gruppo di lavoro di Lettura candita, sulle cui pagine oggi rimangono attive principalmente Carla Ghisalberti e Eleonora Rizzoni. La forma del confronto è stata più di recente ripresa nella rubrica Lettere dello scoiattolo alla formica, che prende il titolo da un libro di Toon Tellegen e accoglie lo scambio epistolare tra Giorgia Mosna e Carla Ghisalberti su temi, libri, autori, illustratori, editori che a entrambe paiono di particolare interesse e valore.

Le letture di biblioragazzi e GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori sono nati entrambi, seppur in tempi diversi e con differenti modalità, dall’esperienza di bibliotecari intenzionati a mettersi al servizio dei colleghi, ma anche di insegnanti e tutti i potenziali lettori di libri per ragazzi, per proporre loro rispettivamente segnalazioni e recensioni puntuali sulle ultime novità editoriali e consigli e percorsi di lettura, anche organizzati in maniera tematica.

Critica negativa e blog letterari

Su un punto tutti i quattro blog seguono una linea comune: sulle loro pagine si incontrano solo libri che i recensori giudicano di qualità e che hanno amato, seguendo ognuno i propri specifici percorsi di approfondimento e interessi. Marginale, se non del tutto assente, la critica negativa: essere riunite intorno al tavolo è stata l’occasione di chiedersi perché. Per tutte il motivo principale è la scelta di dedicare il poco tempo a disposizione per scrivere – attività che viene svolta con assiduità e professionalità ma in modo totalmente volontario e accanto ad altre professioni – a promuovere il bello e non a demolire il brutto. Ma tale fattore non ne esclude altri, che hanno anche a che fare con le nuove modalità di comunicazione sui social network.

Come sottolinea Anna Castagnoli, al tempo dei social l’identità professionale del critico viene spesso sovrapposta alla sua identità personale e, anche in virtù di un rapporto più diretto fra i diversi interlocutori interessati all’argomento (l’autore, l’editore, il lettore) questo rischia di spostare il fulcro di una possibile opinione negativa su un piano diverso da quello culturale, entrando nella complessa e delicata sfera del personale. In ogni caso la responsabilità del recensore nei confronti di un ampio pubblico di lettori fedeli, come è ad esempio quello di Le letture di biblioragazzi, esiste e non può essere accantonata: dunque è doveroso non tirarsi indietro di fronte alla segnalazione di sbavature, incoerenze, scelte meno azzeccate che possono esistere all’interno di buoni libri come nel lavoro di autori acclamati.

Una riflessione sulle tendenze più interessanti della letteratura per ragazzi

L’incontro si conclude con un giro di tavolo sulle tendenze più interessanti dell’editoria per ragazzi. Secondo il punto di vista de Le figure dei libri, il mondo dell’albo illustrato sta attraversando un momento di massimo splendore, che vede una massiccia produzione e una grande diffusione accompagnarsi a una qualità elevata delle proposte, con il rischio che possa trattarsi del “canto del cigno” di un genere arrivato ormai al suo apice. L’attenzione di Lettura candita si sposta sulla narrativa, dove purtroppo stentano a emergere autori italiani capaci di competere con i grandi della letteratura, specialmente anglosassone. In un mercato in espansione, che non può permettersi di diminuire le pubblicazioni, tornano a far capolino i classici, sia sotto forma di vere e proprie riedizioni, riscoperte o adattamenti, sia come fonte d’ispirazione per nuove creazioni, capaci di rielaborare con intelligenza gli stilemi della tradizione. Per GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori, il momento è propizio sia per i fumetti per ragazzi, non più appannaggio dei soli editori specializzati, che per racconti e prime letture, che stanno finalmente superando la banale giustapposizione di semplici testi e immagini, regalando piccole storie avvincenti e originali a coloro che devono muovere i primi passi in autonomia e consolidare la propria identità di lettori.

Il dibattito non si esaurisce ma continua, aperto anche ai lettori.

Scarica gratuitamente lo Speciale L’Indice dei Libri per Ragazzi dedicato alla BCBF 2017.

Condividi.