#LibriInTasca: Angela Carter – Figlie sagge

0

Un lavoro “mozartiano”

consigliato da Matteo Bernardini

#LibriInTasca è lo Speciale che accompagnerà la vostra estate sul sito dell’Indice. Sarà un compagno di viaggio loquace e mai banale, e si comporrà di tanti consigli di lettura suggeriti da voci diverse e penne più o meno note: libri pensati per viaggiatori in cerca di avventure e tomi poderosi per chi poltrisce sotto l’ombrellone. 

Angela Carter
FIGLIE SAGGE
pp.336, 18,00 €
Fazi Editore, Roma 2016
 

figlie-sagge-lightAngela Carter scrisse Figlie Sagge quando era ormai malata da tempo, e forse non è un caso che questo romanzo sia una continua esplosione di gioia di vivere, la dichiarazione di una filosofia che guarda alla vita con spensierata (a tratti – forse – strafottente) leggerezza. Si tratta anche dell’ultimo romanzo dell’autrice, che proprio per queste sue caratteristiche molti hanno voluto leggere come un personale testamento.

Dora e Nora Chance sono due gemelle cresciute nella Londra proletaria degli anni Venti, e divenute giovanissime ballerine di Music Hall. Ironia vuole che siano anche le figlie illegittime di un grandissimo attore shakespeariano, Melchior Hazard, a sua volta rampollo di una lunga dinastia di prestigiosi attori classici.

Il centesimo compleanno del genitore diventa l’occasione per l’ormai settantenne Dora (autentica voce narrante del romanzo) di recuperare tutti i ricordi di un’esistenza picaresca su cui incombe una saga familiare pulsante e variegata, attraverso la quale l’Arte dello Spettacolo viene declinata in tutte le sue forme: dal teatro ‘nobile’ (su cui aleggia continuamente il benevolo spirito del Bardo) alla rivista popolare, passando per quella stregante magia del Cinema che raggiungerà il proprio culmine con il disastroso tentativo di adattamento del Sogno d’una Notte di Mezza Estate.

Con questo romanzo la Carter firma quello che è – forse – il suo lavoro più “mozartiano”, per la raffinata e geniale armonia che pervade una narrazione colorata e scoppiettante, ricca di colpi di scena (rigorosamente shakespeariani) e di sferzanti ironie, ma anche per la sua struttura complessa e audace, e scorrevole e leggera al contempo.gettyimages_2695977

Fazi Editore ci ha fatto un regalo prezioso: ha restituito al pubblico italiano un vero capolavoro (forse l’apice della produzione dell’autrice britannica) che mancava dalle nostre librerie dai primi anni Novanta.

Non ci resta che recuperarlo ed immergerci nel bizzarro universo familiare degli Hazard e delle Chance, per godere di un testo che raggiunge grandi profondità attraverso toni di continua leggerezza, senza mai perdere d’occhio quel realismo magico tanto caro all’autrice e che, qui, si fonde con la magia delle arti performative di cui sono complici sale buie in cui la fantasia prende piede, galoppando spensierata.

 M Bernardini è regista

Per acquistare il libro su IBS.it clicca qui

banner-speciale-estate

Condividi.